Follow us

Sei in: Home » Influenza nei bambini: come comportarsi in caso di infezione
Il virus dell'influenza nei bambini

L’INFLUENZA NEI BAMBINI:
COME COMPORTARSI IN CASO DI INFEZIONE

È possibile riconoscere i sintomi influenzali nei bambini?

L’influenza manifesta i primi campanelli d’allarme dopo un periodo di incubazione molto breve, solitamente di 1-2
giorni.1

  • Si possono presentare:
  • Febbbre improvvisa;
  • Brividi
  • Dolori ossei e muscolari
  • Mal di testa
  • Grave malessere generale
  • Astenia
  • Mialgia
  • Mal di gola
  • Raffreddore
  • Tosse non catarrale
  • Congiuntivite

 

E nei più piccoli?

Per la diagnosi clinica di influenza nel bambino è importante considerare quanto indicato per gli adulti, tenendo  conto che i bambini più piccoli non sono in grado di descrivere la sintomatologia sistemica che invece si può manifestare con irritabilità, pianto e inappetenza.2
Spesso, nei bambini in età prescolare con febbre elevata, si manifestano occhi arrossati e congiuntivite.2
Nel bambino di 1-5 anni la sindrome influenzale si associa frequentemente a laringotracheite, bronchite e febbre elevata.2
Nei bambini possono presentarsi anche sintomi come vomito e diarrea.1

Possono verificarsi complicanze nei bambini che contraggono il virus influenzale?

I bambini che presentano questi segni e sintomi dovrebbero ottenere subito assistenza medica.3

  • Respiro affannoso;
  • Pelle, labbra o letto ungueale di colore pallido, grigio o blu, a seconda del tono della pelle;
  • Costole che si stringono ad ogni respiro;
  • Dolore al petto;
  • Forti dolori muscolari;
  • Disidratazione;
  • Il bambino non è vigile/non interagisce quando svegliato;
  • Convulsioni;
  • Febbre >40°;
  • Nei bambini con meno di 12 settimane, qualsiasi febbre;
  • Febbre o tosse che migliorano ma poi ritornano o peggiorano;
  • Peggioramento di condizioni mediche croniche.


Le infezioni del setto nasale e dell’orecchio sono esempi di complicazioni moderate dell’influenza, mentre la polmonite è una complicazione grave che può derivare dall’infezione del solo virus dell’influenza o dalla coinfezione del virus dell’influenza e di batteri.3

L’influenza può anche peggiorare i problemi medici cronici, per esempio, le persone con asma possono sperimentare attacchi d’asma mentre hanno l’influenza, e le persone con malattie cardiache croniche possono vedere peggiorate le loro condizioni.3

Come posso trattare l’influenza nei bambini?

Per facilitare la guarigione, è utile tenere il bambino il più comodo possibile e incoraggiarne il riposo. Se ha la febbre, è meglio vestirlo con indumenti leggeri e mantenere la temperatura della stanza intorno ai 20°C.4
Cercare di tenerlo idratato, offrirgli piccoli pasti leggeri e monitorare la sua temperatura: se la febbre supera i 38,5°C, è possibile somministrare paracetamolo o ibuprofene (sopra i 6 mesi d’età).4

È utile ricordare che l’influenza non può essere trattata con gli antibiotici.

Trattamenti antibiotici vanno fatti, dietro prescrizione medica, solo nel caso di complicazioni dovute a infezioni batteriche secondarie.5

È possibile prevenire il contagio da virus influenzale? 1,3

I virus influenzali si trasmettono prevalentemente per via aerea e si diffondono molto facilmente attraverso le
goccioline di saliva che il malato produce tossendo. Tuttavia, la trasmissione avviene non solo per diretto contatto
con le persone infette ma anche attraverso utensili o oggetti contaminati.1

Per questo, una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie può giocare un ruolo importante nel
limitare la diffusione dell’influenza.6

Oltre alle misure farmacologiche, per ridurre la trasmissione del virus dell’influenza è utile:6

  • Lavare regolarmente le mani e asciugarle correttamente;
  • Osservare una buona igiene respiratoria;
  • Isolarsi volontariamente a casa;
  • Evitare il contatto stretto con persone ammalate;
  • Evitare di toccarsi occhi, naso o bocca.

La vaccinazione tuttavia, rimane la forma più efficace di prevenzione dell’influenza.6
Il rischio di ricovero è rilevante tanto in bambini (<5 anni) affetti da gravi patologie respiratorie o cardiache quanto in bambini senza malattia cronica grave. Pertanto, l’influenza è una malattia importante anche nel bambino sano.7

Per la stagione 2021-2022, la vaccinazione antinfluenzale è raccomandata nella fascia di età 6 mesi – 6 anni, anche al fine di ridurre la circolazione del virus influenzale fra gli adulti e gli anziani.6

cornice

Bibliografia

  1. https://www.epicentro.iss.it/influenza/influenza. Ultimo accesso online 20/07/2021.
  2. https://www.epicentro.iss.it/ben/2017/maggio/1 Ultimo accesso online 20/07/2021.
  3. https://www.cdc.gov/flu/symptoms/symptoms.htm?web=1&wdLOR=cB929F9A4-D2EC-43BF-8416-6FC454E6773B. Ultimo accesso online 20/07/2021.
  4. Influenza in children, Paediatr Child Health Vol 10 No 8 October 2005 485.
  5. https://www.epicentro.iss.it/parainfluenzali/precauzioni. Ultimo accesso online 20/07/2021.
  6. Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2021-2022. Ministero della Salute.
  7. Esposito S., Rivista di Immunologia e Allergologia Pediatrica. Uno 2018; 27-34.